CONVENZIONI (oltre 90 Enti):

ENTE MUTUO COMMERCIANTI – UNISALUTE (Fondo EST)

 

FASI – FASDAC – PREVIMEDICAL–ATM–A2A–BancoPosta

 

Altri Enti su “Enti Convenzionati” in Materiale Informativo

 

 

 

 

 

News & Eventi

CONTROLLI A TARIFFE RIDOTTE (programma 2014)

RISONANZA MAGNETICA APERTA - TC DENTALE CONE-BEAM 3D

Leggi tutto »»

 

Ecografia delle mammelle

Che cos’è         
     E’ una tecnica diagnostica non invasiva, assolutamente priva di rischi,  basata sull’impiego di ultrasuoni che sono emessi da un generatore elettrico, trasmessi da una sonda e riflessi dalla diversa densità dei tessuti creando degli echi, la cui rappresentazione grafica costituisce l’immagine ecografia dei tessuti esplorati, in questo caso le mammelle.
         
     Esistono apparecchiature moderne molto sofisticate che permettono di ricavare informazioni anche sul flusso del sangue nei diversi distretti esplorati, per esempio di noduli sospetti (ecocolordoppler).
 

Indicazioni         
     L’ecografia delle mammelle viene impiegata come esame complementare della mammografia. Consente di evidenziare neoplasie in mammelle dense come quelle dei soggetti giovani, mentre risulta più difficile individuare lesioni in donne più anziane con mammelle ricche di tessuto adiposo, per le quali è più indicata la mammografia. Quando il nodulo è palpabile, l’ecografia ha una attendibilità di oltre il 70% nell’individuare la caratteristiche della malignità. L’indagine è molto utile per stabilire la natura cistica o solida di una neoformazione.
 

Come si esegue         
     Il soggetto da esaminare si distende supino sul letto con le mani portate dietro la testa. Il medico radiologo spalma un gel conduttore sulla superficie cutanea delle mammelle e delle regioni ascellari, quindi, muovendo la sonda, studia e registra le immagini più rappresentative.
         
     L’ecografia dell’addome richiede da 15 a 20 minuti; terminata l’ecografia e rimosso il gel, non si devono seguire prescrizioni particolari e si possono riprendere immediatamente le normali attività.
 

Preparazione 
      Questo esame non richiede alcuna preparazione. Si consiglia solo di non eseguire l’esame durante il ciclo mestruale.